Come fare il report dei vostri eventi e ottenere gli attestati

Il successo di Europe Code Week sta tutto negli eventi che avete organizzato: più di 21.000 in tutto il mondo, 13.000 dei quali in Italia!

Ora è venuto il momento di dirci come è andata e in quanti hanno partecipato. Ad ogni evento è associato un report da compilare indicando il numero e l’età media dei partecipanti e la percentuale di donne o bambine.

Ci sono 3 ottime ragioni per compilare il report:

  1. Perchè è la principale fonte di informazione per quantificare l’impatto di Europe Code Week
  2. Perchè vi consente di ottenere e stampare l’attestato di merito
  3. Perché se l’evento è stato organizzato in una scuola che partecipa alla CodeWeek4all challenge, attraverso il report contribuite al raggiungimento del traguardo di eccellenza della scuola

Report e attestato

Il report è compilabile solo dopo che gli eventi sono stati approvati e tenuti. Ecco la procedura da seguire:

  1. Fate login sul sito di CodeWeek con le stesse credenziali social utilizzate per inserire l’eventoreport0
  2. Accedete alla lista degli eventi cliccando su “Report your events” o seguendo questo linkreport1
  3. Se avete eventi già approvati e svolti, li trovate alla sezione “Events pending for report by …”. report2Il nome dell’evento è un link che conduce alla scheda web. Per ogni evento in elenco cliccate sul pulsante grigio REPORT EVENT per accedere al corrispondente modulo da compilare
  4. Il modulo associato ad ogni evento contiene 5 campireport3I campi principali e obbligatori sono: numero di partecipanti, età media dei partecipanti, percentuale di donne e bambine (numero da 0 a 100). Il campo “Codeweek for all participation code“, evidenziato in celeste, non è obbligatorio, ma compilato solo se l’evento è organizzato presso una scuola che partecipa alla CodeWeek4all challenge, per fare in modo che il numero di partecipanti venga sommato a quelli degli altri eventi organizzati presso la scuola. Il codice da inserire, simile a quello mostrato nell’esempio, è quello che la scuola ha ottenuto compilando il modulo di adesione alla challenge (inserendo il codice nel report si compensa l’eventuale mancato inserimento nella descrizione dell’evento). Infine, il campo “Name for certificate” è precompilato con il nome dell’organizzatore. Questo può essere modificato in caso di errori inserendo il nome esattamente come volete che appaia sull’attestato di merito. Tenete conto che per ogni evento verrà generato un solo attestato, che può riportare il nome della persona che ha organizzato l’evento, il nome dell’ente o della classe, o anche il nome di due o più persone, purchè non troppo lungo. Dopo aver compilato tutti i campi premere SUBMIT EVENT REPORT sapendo che il report può essere compilato una sola volta.
  5. Dopo aver inviato il report si apre la pagina dell’evento, che nella parte alta riporta il link da cui scaricare il proprio attestato di merito report4 cliccando su “View your certificate here
  6. L’attestato è un file pdf, che può essere visualizzato, salvato sul proprio computer e stampato report5
  7. Tornando alla lista degli eventi del punto 2, ora l’evento si troverà nella sezione “Reported events by…” report6 con un pulsante grigio che porta direttamente al file dell’attestato.

Attenzione: ad ogni evento corrisponde un solo attestato di merito che viene generato automaticamente all’atto della compilazione del report e che non avrete modo di modificare dopo aver inviato il report.

Errori materiali

Il sistema non permette di modificare né gli eventi approvati, né i report inviati. Per correggere eventuali errori materiali potete usare questo modulo, indicando il codice dell’evento e il vostro indirizzo e-mail e chiedendo di

  1. cancellare l’evento (se è un duplicato o se non siete riusciti a svolgerlo)
  2. riaprire il report (se contiene errori materiali inaccettabili nei dati o nell’attestato)

In entrambi i casi dovete motivare la richiesta e l’operazione verrà effettuata solo se la motivazione sarà ritenuta valida. Le operazioni non sono automatiche, quindi non hanno effetto immediato. Controllate la lista degli eventi dopo non meno di due giorni per verificarne l’effetto. Non scrivete e-mail per segnalare problemi con report e attestati, perché questo modulo è l’unico strumento utile a ricevere le vostre segnalazioni.

Grazie per CodeWeek 2016

codeweekeu-20000

La settimana europea del coding si è appena conclusa. I dati verranno raccolti, condivisi e analizzati nelle prossime settimane, ma c’è una cosa che posso, devo e voglio dire subito: grazie!

Grazie ai codeweek ambassadors che si sono adoperati in più di 50 paesi per fare di Europe Code Week un evento mondiale, grazie ai referenti italiani che hanno offerto supporto prezioso in ogni regione, grazie a chiunque abbia organizzato un evento, grazie a chiunque abbia partecipato, grazie alle scuole che hanno fatto dell’Italia un vero fenomeno!

Nel corso della settimana sono stati organizzati più di 20.000 eventi, quasi il triplo dello scorso anno. Più della metà di tutti gli eventi CodeWeek sono stati organizzati dalle scuole italiane!

Da settimane ricevo migliaia di fotografie e video che documentano attività di ogni tipo, organizzate ad ogni livello e con ogni mezzo. Ho seguito con entusiasmo tutte le fasi preparatorie, dove insegnanti e alunni hanno lavorato per settimane per decorare le proprie scuole, per preparare gadget, per dipingere magliette, per disegnare scacchiere, per costruire robot di cartone, per imparare i passi della Ode to code dance e per organizzare incredibili flash mob. Ogni scuola che ho visto indossare i colori di CodeWeek fa venire voglia di entrarci. Guardo e riguardo tutti i video che mostrano insegnanti e alunni che ballano insieme all’insegna del coding. Sono sicuro che tutto questo lasci un impatto profondo e duraturo.

Grazie di cuore.

 

CodyQuiz in diretta per CodeWeek

Il 20 ottobre, alle 11:30, vi proporrò degli indovinelli di coding in diretta. Tutte le scuole che lo vorranno potranno cimentarsi vedendo in tempo reale l’effetto delle proprie risposte e confrontandosi con tutte le altre scuole collegate. Per rispondere ai quiz dovrete usare Telegram. Installatelo almeno sul cellulare dell’insegnante prima dell’inizio della diretta come indicato qui.

codyquiz4codeweek

La partecipazione al gioco con la propria classe o con un gruppo di bambini puo’ essere considerata un evento CodeWeek che vi consiglio di inserire nella mappa degli eventi. Come titolo potete scrivere “CodyQuiz in <nome della classe e della scuola>”; come descrizione potete scrivere “Partcipazione ai quiz di coding in diretta organizzati dall’Università di Urbino“, come sito di riferimento potete indicare questa pagina: http://codeweek.it/codyquiz-per-codeweek/

Il collegamento in diretta potrà essere seguito su YouTube a questo indirizzo: https://youtu.be/BwD2Q8DySWg

2500 eventi in Italia a una settimana da CodeWeek 2016

ambassadors

A una settimana dall’inizio di CodeWeek, sulla mappa spiccano già più di 2500 eventi in Italia, ma c’è ancora tempo per aggiungere i vostri. Se si trattasse di previsioni meteo, dovremmo aspettarci una settimana torrida! Ecco il link per aggiungere i vostri eventi, qualche consiglio utile e qualche idea.

codeweekmap-7-10-2016.

Qualche consiglio

La mappa di Europe Code Week si sta già popolando di tanti eventi in tutta Italia. Giazie!

Ecco qualche consiglio e qualche riferimento che spero rispondano alle tante domande che sto ricevendo.

Consigli e chiarimenti

  • Un evento codeweek è un’occasione per far conoscere o praticare in modo immediato e intuitivo il coding a un gruppo di persone. Non ci sono requisiti. Non c’è bisogno di organizzare nulla di originale. Prendere spunto da eventi fatti da altri va benissimo. Usare risorse online va benissimo. Fare attività unplugged (senza computer) va benissimo.
  • Chiunque voglia può organizzare un evento codeweek senza prerequisiti e senza bisogno di alcuna autorizzazione o legittimazione, purchè lo faccia coerentemente con lo spirito dell’iniziativa e lo renda aperto e accessibile al proprio target.
  • Ogni evento merita di essere inserito nella mappa di CodeWeek. Per farlo basta cliccare sul tasto ADD sulla mappa degli eventi. Vi comparirà un modulo da compilare in ogni sua parte. Fatelo con attenzione.
  • Gli eventi non compaiono immediatamente sulla mappa, ma solo dopo l’approvazione da parte dei CodeWeek ambassadors. Questo processo richiede tempo perchè gli eventi sono tanti, ma la pagina del vostro evento è subito pubblica e potete collegarla al vostro sito o usarla per annunciare l’evento al vostro target.
  • A scuola, ogni insegnante può organizzare un evento codeweek per la propria classe. Per rendere l’organizzazione più semplice e per coinvolgere tutti, consiglio di dedicare a codeweek un po’ di tempo in orario scolastico. Anche questo è un evento.
  • Le scuole possono aderire alla CodeWeek4all challenge. In tal caso devono compilare un modulo dichiarando il numero complessivo di alunni iscritti. In risposta otterranno un codice via e-mail che deve essere distribuito a tutti i docenti che intendono organizzare eventi per i propri alunni. Il codice dovrà essere inserito nella descrizione di ogni evento, affinchè quell’evento possa essere automaticamente ricondotto alla scuola.
  • Se in una stessa scuola organizzate eventi in più classi, gli eventi possono avere anche lo stesso titolo, ma vi chiedo di aggiungere al titolo dell’evento anche il nome della classe. In questo modo velocizzerete il processo di approvazione, rendendo evidente che non si tratta di un evento duplicato per errore.
  • Al termine di CodeWeek, tutti gli organizzatori di eventi dovranno compilare un modulo di riscontro, dichiarando quante persone hanno partecipato all’evento. Compilando il modulo, ogni organizzatore riceverà un attestato di merito.
  • Al termine della compilazione di tutti i moduli di riscontro verranno attribuiti ad ogni scuola partecipante alla CodeWeek4all challenge tutti gli eventi che riportavano il codice della scuola. Se il numero complessivo di partecipanti sarà superiore a 200 o al 50% degli alunni iscritti, la scuola riceverà un certificato di eccellenza nella diffusione del coding rilasciato direttamente dalla Commissione Europea.
  • Gli istituti comprensivi o le scuole con più plessi possono fare una registrazione unica (in tal caso la fanno a nome dell’Istituto comprensivo, ottengono un solo codice da associare a tutti gli eventi, devono dichiarare il numero complessivo di iscritti, e se vincono la sfida ottengono un solo certificato a nome dell’Istituto), oppure possono fare una registrazione indipendentemente per ogni plesso o scuola (in tal caso va indicato il nome del plesso o della scuola, si ottiene un codice diverso per ogni registrazione che deve essere associato agli eventi organizzati in quel plesso/scuola, ogni plesso/scuola indica il numero dei propri studenti e partecipa alla sfida indipendentemente dagli altri e se la vince riceve il proprio certificato).
  • Quest’anno anche le biblioteche pubbliche sono partner di CodeWeek e sono state tutte invitate ufficialmente ad organizzare eventi e a patrecipare. Provate a contattarle se volete fare qualcosa insieme a loro.
  • Vi mettiamo a disposizione gli elementi grafici del logo di CodeWeek e la colonna sonora della Ode to code. Usateli liberamente per creare immagini, video e materiale multimediale di ogni tipo. Se decidete di condividerli usate @CodeWeekEU e #CodeEU per mostarli a tutti e farli conoscere alla Commissione Europea e ai CodeWeek Ambassadors. I migliori sarnno rilanciati dagli account ufficiali.
  • Nelle scuole, nelle biblioteche o dovunque vogliate, vi invitiamo ad allestire dei CodeWeek Corner. Si tratta letteralmente di un angolo (all’interno o all’esterno di un edificio, in un aula, in un luogo pubblico, in una piazza, …) che richiami gli elementi grafici di CodeWeek e serva a far conoscere l’iniziativa. Tutti sono invitati a scattare selfie o a girare brevi video nei CodeWeek corner condividendoli su Instagram con hashtag #codeEUcorner

Riferimenti utili

 

Video tutorial per le scuole

Video tutorial per le scuole che intendono partecipare alla CodeWeek4all challenge lanciata dalla Commissione Europea nell’ambito di Europe Code Week 2016.

Riferimenti

 

Vesti i colori di CodeWeek

C’è un modo nuovo e leggero per contribuire alla diffusione del pensiero computazionale: immergersi tra le bolle colorate di CodeWeek!

Abbiamo preparato questa grafica che puoi sovrapporre all’immagine del tuo profilo su Facebook o Twitter con un semplice click.

twibbon-codeweek-link

Io l’ho fatto insieme ad altre 953 persone, ora tocca a te.

EU Code Week 2016

L’edizione 2016 di Europe Code Week si svolgerà dal 15 al 23 ottobre. L’iniziativa si sta espandendo dall’Europa al mondo e l’Italia è ancora il paese coordinatore del gruppo di volontari, detti CodeWeek ambassador, che in tutto il mondo si adoperano per promuovere il pensiero computazionale. Questo onore e questa responsabilità sono ulteriori motivazioni per superare noi stessi nella prossima edizione della settimana europea del coding!

Di seguito la versione italiana del testo del comunicato ufficiale della Commissione Europea, disponibile anche in pdf.

Settimana europea della programmazione – Acquisisci nuove competenze con #codeEU!

Meno di cinque mesi alla 4a edizione della settimana europea della programmazione! Tra il 15 e il 23 ottobre milioni di bambini, giovani, adulti, genitori, insegnanti, imprenditori e politici si incontreranno di nuovo ad eventi, in aule e biblioteche in tutta Europa e non solo, per imparare a creare con la programmazione.

La Settimana europea della programmazione è un movimento dal basso gestito da volontari che promuovono la programmazione nei rispettivi paesi come ambasciatori di Code Week. Lo scorso anno oltre mezzo milione di persone ha partecipato a quasi 8 000 eventi di programmazione in 46 paesi in Europa e nel mondo. La Settimana della programmazione di quest’anno collabora con Bibiloteche pubbliche 2020, una rete di 65.000 biblioteche locali dell’UE. L’intento è quello di organizzare “angoli di programmazione”, ossia dei laboratori di programmazione nelle biblioteche locali in tutta Europa.

Come nel 2015, le scuole sono invitate a organizzare eventi di programmazione nell’ambito della sfida CodeWeek4All coinvolgendo il maggior numero possibile di alunni e studenti. Le scuole che raggiungono almeno un tasso di partecipazione del 50% riceveranno un Attestato di eccellenza nella diffusione del pensiero computazionale. L’anno scorso hanno partecipato alla sfida 600 scuole e più di 200 hanno ottenuto l’attestato di eccellenza.

Günther H. Oettinger, commissario responsabile per l’economia e la società digitali, ha dichiarato: Dobbiamo accelerare il miglioramento delle competenze digitali, compresa la programmazione. Per avere successo sul lavoro, nella propria azienda e nel settore produttivo, è necessario disporre di una serie di competenze digitali. La Settimana europea della programmazione offre l’opportunità di apprendere una delle competenze digitali essenziali sul mercato del lavoro.

Andrus Ansip, vicepresidente responsabile per il Mercato unico digitale, ha affermato: “Le competenze digitali sono essenziali per tutti nel XXI secolo. La programmazione è un modo divertente e impegnativo per scoprire le TI in un contesto di collaborazione. Quest’anno dobbiamo fare in modo che chiunque in Europa possa partecipare alla Settimana della programmazione – ed è per questo che saluto con favore le collaborazioni con le autorità locali e regionali, le biblioteche pubbliche e le associazioni per i giovani”.

Alessandro Bogliolo, coordinatore e ambasciatore della Settimana della programmazione ha dichiarato: “Il Coding trasforma le intuizioni in soluzioni, le idee in innovazione. Il pensiero computazionale sblocca il potenziale creativo. Non si tratta di tecnologia, è una questione di crescita e realizzazione personale. Non perdete l’opportunità di iniziare a fare coding nel corso della Settimana europea 2016 e condividete l’emozione con la vostra famiglia, con i vostri alunni e studenti, con gli amici e con milioni di persone in tutto il mondo“.

 

Settimana europea della programmazione – partecipa e programma a modo tuo!

Tutti possono creare con la programmazione. Scuole, ragazzi, programmatori, giovani, genitori, insegnanti, imprese: date un’occhiata al nostro materiale informativo e cominciate a progettare il vostro evento. Non dimenticate di inserire il vostro evento nella mappa della settimana http://codeweek.eu.

  • Bambini, adolescenti e adulti possono partecipare agli eventi sulla programmazione e organizzarne di propri per mostrare agli altri come creare con la programmazione.
  • I programmatori possono organizzare seminari nelle scuole locali, o in spazi e centri cittadini.
  • Gli insegnanti possono usare il coding in classe nei modi a loro più congeniali, condividere le loro lezioni e organizzare seminari per i colleghi, invitare formatori e genitori che sappiano programmare per condividere le loro esperienze e partecipare alla sfida della CodeWeek4All.
  • I genitori possono incoraggiare i loro ragazzi a partecipare a un seminario sulla programmazione e partecipare loro stessi.
  • Le imprese e le organizzazioni non profit possono ospitare seminari di programmazione, prestare il proprio personale come formatori in un’azione “back-to-coach”, organizzare gare divertenti di programmazione per gli studenti o sponsorizzare eventi a tema.
  • Chiunque partecipi a un’attività di programmazione può condividere la sua esperienza e ispirare altre persone!

Perché imparare a programmare?

Oggi viviamo in un mondo segnato da rapidi progressi tecnologici. Il nostro modo di lavorare, comunicare, fare acquisti e pensare è cambiato radicalmente. Per far fronte a questi veloci cambiamenti e per dare un senso al mondo intorno a noi, abbiamo bisogno di sviluppare non solo la nostra comprensione del funzionamento della tecnologia, ma anche competenze e capacità che ci aiutino ad adeguarci a questa nuova era.

Imparare a programmare ci aiuta a scoprire come funziona la realtà, a esplorare idee nuove e a realizzare cose utili per il lavoro e lo svago. E, cosa più importante, ci aiuta a liberare la nostra creatività e a collaborare con persone interessanti intorno a noi e in tutto il mondo.  Far conoscere la programmazione a tutti è importante la Settimana europea della programmazione mira a coinvolgere anche le donne e le ragazze! Nel 2015, le ragazze sono state quasi il 50% dei partecipanti a gli eventi di programmazione!

Programmare è un balzo in avanti per le competenze digitali necessarie sul lavoro e nella vita

La nostra economia e la nostra società ci richiedono un minimo di competenze digitali di base. Qualunque sia il modo in cui vivi o il che lavoro fai, le competenze digitali e la programmazione ne fanno o ne faranno parte. Per di più, gli specialisti delle TIC sono un pilastro della forza lavoro moderna in tutti i settori dell’economia europea. La domanda cresce ogni anno del 3%, mentre il numero dei laureati in informatica non riesce a stare al passo. Di conseguenza, non è possibile coprire molti posti vacanti destinati a esperti informatici, nonostante l’elevato livello di disoccupazione in Europa. Se non si affronta correttamente questo problema a livello nazionale e europeo, entro il 2020 vi potrebbe essere una carenza di circa 800 000 informatici.

Il contesto della Settimana europea della programmazione

La Settimana europea della programmazione è stata lanciata nel 2013 dagli Young Advisors per l’agenda digitale della Commissione europea ed è in costante crescita. La Commissione europea sostiene la Settimana europea della programmazione nel quadro della sua strategia per il mercato unico digitale. La Commissione si occuperà di competenze digitali anche nell’ambito di un’iniziativa dedicata alle competenze prevista nel giugno 2016.

La Settimana europea della programmazione ha raccolto il sostegno di movimenti per la programmazione e la formazione come CoderDojo e RailsGirls. Nell’ambito della Grande coalizione per l’occupazione digitale Microsoft, SAP, Liberty Global e Facebook, insieme alle scuole dell’UE, hanno lanciato l’iniziativa europea per la programmazione. Inoltre, molti altri partner della Grande coalizione organizzano eventi nel corso della Settimana europea della programmazione.

Ispirata alla settimana europea della programmazione, l’Africa Code Week verrà organizzata già per la seconda  volta, dopo un avvio positivo nel 2015 cui hanno partecipato quasi 80 000 bambini e giovani in tutto il continente.  Sotto la direzione di una vasta partnership, l’Africa Code Week si svolgerà in dieci paesi africani, con migliaia di eventi legati alla programmazione previsti per bambini e adulti.

Link utili

Sito web EU Code Week

Sfida CodeWeek4All

Twitter @codeWeekEU  Hashtag: #codeEU #DigitalSkills Facebook: codeEU

Contatti: ambasciatori della Settimana europea della programmazione nel tuo paese

Sito EU Code Week italiano